Come prendersi cura dei bonsai: l’Ulmus Parvifolia

Publicado en

Come prendersi cura dei bonsai: l’Ulmus Parvifolia

L’Ulmus Parvifolia, conosciuto anche come Olmo Cinese ed, erroneamente, come Zelkova Parvifolia (nome commerciale) è una pianta di origine cinese e coreana. La differenza con la Zelkova è evidente comparando le foglie di entrambi gli alberi.

L’Olmo Cinese è, tra le varianti dell’Olmo, quella più apprezzata ed utilizzata per la coltivazione Bonsai. Si tratta di un piccolo albero robusto che lo rende particolarmente adatto alla coltivazione anche da parte di principianti, o di coloro che per la prima volta si avvicinano al mondo dei Bonsai; infatti resiste abbastanza bene a periodi di siccità o, al contrario, ad eccessive annaffiature, e riesce a riprendersi anche da eventuali cure sbagliate. La chioma assume una forma arrotondata. Le foglie, che tardano a cadere, sono molto piccole, dalla forma ovale e di un colore verde scuro. Il tronco è marrone, con chiazze più chiare in età adulta. Le radici sono spesse e lunghe.

Fa parte dei bonsai che vanno posizionati in ambienti esterni (balcone o giardino) a mezz'ombra o al sole; non teme il freddo, ma bisogna fare attenzione a gelate, in questo caso è bene coprire le radici con della plastica.

Per quanto riguarda l’irrigazione non necessita di particolari attenzioni: il terreno deve essere mantenuto umido, ed annaffiato solo quando si secca (è possibile constatare la stato del terriccio semplicemente appoggiando un dito).

Potatura: la potatura va effettuata in tardo autunno, alla fine della stagione vegetativa. I germogli vanno lasciati crescere abbondantemente prima di essere tagliati.

L’olmo cinese inoltre è una pianta che resiste alle malattie ed ai parassiti (ragnetto rosso e afidi).

Etiquetado en bonsai

Para estar informado de los últimos artículos, suscríbase:
Comentar este post