Cosa sapere sulla coltivazione indoor

Publicado en por Giardiniere

Cosa sapere sulla coltivazione indoor

Per avere una coltivazione indoor ottimale, è necessario ricreare al meglio l’ambiente esterno, e per fare questo c’è bisogno di uno spazio grande quanto una stanza o più, dove far crescere le piante, lampada, aria e substrato.

Per quanto riguarda le tecniche del substrato esiste sia la coltivazione indoor idroponica che quella del cocco, per quanto concerne la disposizione delle piante invece si usa sia lo SCROG che il SOG.

Esistono in commercio kit specializzati ma anche negozi dedicati a questa attività.

La luce, l’aria, lo spazio ed il substrato rendono la coltivazione indoor abbastanza difficile da portare avanti.

I costi inoltre sono abbastanza elevati, per la corrente elettrica e per le lampade/aspiratori, pertanto è bene organizzarsi per tempo se l’intenzione è quella di coltivare qualche verdura od ortaggio indoor.

Per alcune piante bastano le lampade al neon/MG, che hanno bisogno di piccoli impianti e di scarsa areazione, se invece si necessita di più luce e di impianti più grandi, ci sarà bisogno di maggiore organizzazione.

Anche l’altezza delle piante è determinante, dato che le “grow room”, dove esse crescono, ha bisogno di armadi alti a seconda dell’altezza delle piante, inoltre le lampade hanno scarsa penetrazione.

Esistono diversi tipi di coltura idroponica, a seconda di come l’acqua raggiunge le radici; nella coltivazione indoor in acqua profonda le radici della pianta sono totalmente immerse nell’acqua, in assenza di terreno, per cui la pianta ha un metabolismo accelerato e rimane pulita, crescendo rigogliosa in breve tempo.

Serve un vaso bucato, detto netpot, in cui si immette argilla espansa, lavata precedentemente, e che si poggia sul coperchio di una vasca riempita d’acqua.

Le radici crescono dal netpot all’argilla all’acqua.

La vasca deve essere impermeabile alla luce, pena lo sviluppo di alghe, e deve avere una capacità di 15 litri per pianta.

Minori sono le dimensioni della vasca, maggiore sarà il numero di controlli e di manutenzione necessari.

L’acqua deve iniziare 1-2 centimetri sotto la fine del vaso, il contenitore può essere facilmente reperito in un centro fai da te e fungere da vasca.

Etiquetado en consiglio giardino

Para estar informado de los últimos artículos, suscríbase:
Comentar este post