Mostre florovivaistiche d’estate

Publicado en por Giardiniere

Mostre florovivaistiche d’estate

Sono tantissime le mostre florovivaistiche d’estate in Italia, tra le principali se ne possono selezionare alcune interessanti.

Ad esempio a Calvi, in provincia di Terni, in Umbria, il 27 e 28 agosto si svolgerà “Tra pomi e fiori”, arrivata alla sua XV edizione, si può arrivare a Magliano Sabina e da lì proseguire sulla via Flaminia.

La manifestazione si svolge nel centro storico, animata dalla presenza di numerosi vivaisti provenienti da tutta Italia, che mostrano la loro produzione agli appassionati di giardinaggio con il pollice verde.

E’ presente anche un angolo dello scambio, in cui gli si possono barattare piante e semi; gli amanti del piccante possono partecipare all’accademia nazionale del peperoncino; ci sono anche stand con produzioni artigianali, specialità enogastronomiche, animali da cortile particolari tipo galline di razze sconosciute, pittura botanica di artisti noti a livello nazionale.

Ciò che viene esposto di più attinente al tema delle mostre florovivaistiche d’estate, sono piante acquatiche, agrumi, alberi da frutto, piccoli frutti, aromatiche, bulbose, carnivore, erbacee perenni, garofanini, graminacee, ortensie, orticole, peperoncini, piante da secco, rampicanti, rose, salvie, succulente, rarità varie.

“Murabilia Murainfiore” invece si svolgerà dal 2 al 4 settembre a Lucca, la manifestazione di giardinaggio che vanta diversi espositori ed ospiti stranieri; il tema scelto per l’edizione di quest’anno è “Semi”.

Il primo seme lo fornisce l’Opera delle Mura di Lucca ai contadini, agli architetti, ai paesaggisti in forma individuale o in gruppo con il lancio del progetto “Mura Creative”, un Garden Design Festival che si svolge a Lucca con cui si ha intenzione di ampliare il circuito dell’evento florovivaistico; tale contest è al primo anno di svolgimento ed il tema prescelto per Mura Creative 2016 è “Il giardino murato: variazioni sul giardino di margine come espansione del concetto dell’hortus conclusus, in omaggio alla città di Lucca e alle sue mura”, in cui sei allestimenti paesaggistici si sfidano in una gara di livello internazionale, gareggiando con “giardini effimeri” dalla dimensione di 24-48 metri quadrati ciascuno dislocati fra i baluardi San regolo e La Libertà e venendo giudicati da una giuria sulla base di elementi quali originalità, espressività, valore educativo con un premio in denaro.

Ospite d’onore è l0architetto paesaggista Stefano Marinaz, che a sua volta realizzerà un giardino che riprende il tema del concorso.

Ultima proposta di mostra florovivaistica d’estate per quest’anno è la “Sagra del peperone” di Carmagnola (TO), che si svolgerà tra il 26 agosto ed il 4 settembre in Piemonte, arrivata alla sua 67° edizione.

Saranno presenti stand gastronomici, laboratori enogastronomici, percorsi culturali, eventi artistici, spazi commerciali, concerti in piazza, mercati variopinti, tutto basato sulle varietà principali e locali del peperone, rosso vivace o giallo intenso: il Quadrato (il bragheis), il Corno di bue (il lung), la Trottola e il Tumaticot, prodotti dal Consorzio dei produttori del “Peperone di Carmagnola”, introdotto da un orticoltore di Borgo Salsasio agli inizi del Novecento

Durante la Sagra si svolge la sfilata di “re Povron” e della “Bela Povronera”, si esibiscono gruppi folkloristici carmagnolesi, ci sono degustazioni e concorsi vari, tutto in onore di questo frutto della terra importantissimo nell’economia locale.

Para estar informado de los últimos artículos, suscríbase:
Comentar este post