Giardini pensili

Publicado en

Giardini pensili

I cosiddetti giardini pensili, indicano i giardini che erano situati nell’antica Babilonia e la loro nascita risale ben al 590 a.C per opera del Re Nabucodonosor. La nascita dei giardini pensili risale ad un’antica leggenda che vede una regina (raffigurata anche nel celebrissimo quadro di Degas) ,nonostante il clima arido della regione, circondata da rose collocate in un fatiscente giardino.. L’esistenza di questi tipi di giardini è comunque ancora motivo di scontro fra gli studiosi. Addirittura c’è chi sostiene che in Babilonia non furono mai esistiti, in quanto è possibile trovarne varie descrizioni, ma non la loro esatta localizzazione all’interno della città stessa. Il primo a teorizzare la localizzazione dei giardini pensili fu l’architetto tedesco Robert Koldwey, il quale condusse degli scavi fra fine 800’ fino al 1917, teorizzando che i giardini siano collocati nell’angolo nordorientale del Palazzo Meridionale, luogo dove fu rinvenuta una gigantesca struttura scomposta in 14 stanze in cui il muro stesso presenta le caratteristiche e funzioni di un recinto. A dare man forte alla sue teorie, è anche il fatto che fu ritrovato all’interno un pozzo con dei fiori collegato al sistema di approvvigionamento idrico. Nonostante l’alta probabilità della presenza di questa tipologia di giardini in quel punto, la teoria trovava il limite principale nella lontananza di questa struttura dal fiume. Un’altra teoria colloca i giardini pensili nell’ala ovest del Palazzo Sud, da cui si sarebbero estesi fino all’Eufrate. Una delle più recenti, invece, li coloca non a Babilonia, ma nella vicina città di Ninive.

Etiquetado en giardini

Para estar informado de los últimos artículos, suscríbase:
Comentar este post