I giardini siciliani, un patrimonio storico

Publicado en

I giardini siciliani rappresentano un patrimonio storico, tanto che durante il periodo estivo, ma non solo, divengono i protagonisti dei tour guidati. Oltre le indubbie bellezze del patrimonio architettonico e storico, infatti, i giardini della Sicilia in virtù della loro bellezza e numero hanno fatto si che le agenzie di tour operator offrissero un pacchetto completamento destinato a questi spazi verdi. Tappa obbligata è sicuramente l’orto botanico di Catania che vanta di una collezione di piante davvero ricche, alcune sono centenarie. Altrettanto obbligata sarà la sosta a Villa Trinità, dov’è collocato il giardino della famiglia Bonajuto. Merita di essere citato fra i giardini siciliani anche l’orto botanico di Messina Pietro Castelli: la vicinanza con Catania fa si che i visitatori potranno osservare la differenza di flora fra due province così vicine. Meta irrinunciabile sarà anche il giardino Nuova Gussonea, il più grande della provincia catanese. Ma i giardini di Sicilia non finiscono qui: imperdibile è una sosta al Giardino del Biviere, famoso per le aloe e le agavi. Obbligata una visita anche alla valle dell’Anapo per il rinomato splendore dell’oleandro e le vivaci fioriture della valle. Se volete vedere da vicino la secolare pianta del Carrubo invece, dovrete recarvi alla riserva naturale di Vendicari. Ultima tappa del tour dei giardini di Sicilia sarà sicuramente la Riserva Naturale Macchia Foresta del Fiume Irminio dove non si contano le specie di flora, dal lentisco allla calcatreppola, dal giglio di mare alla salsola. Gran numero, inoltre, di piante di pioppo, salice ed eucalipto.

Etiquetado en giardini

Para estar informado de los últimos artículos, suscríbase:
Comentar este post